Shih Tzu della famiglia Contarini

Caratteristiche dello Shih-Tzu

La storia dello Shih-Tzu

Shih-tzu il leone di Buddha! L’associazione al leone sembra sia nata dalla leggenda del Buddha Manjusri, dio della conoscenza, che si racconta viaggiasse con un piccolo “cane leone" (shih-kuo) che poteva trasformarsi in un felino adulto e trasportarlo lontanissimo a cavalcioni sulla sua groppa. Fantasia che dura nei secoli tanto più che i leoni non erano affatto diffusi in quell'area e ne è esempio il lavoro degli artisti che ne raffiguravano le sembianze (assai fantasiose e poco verosimiglianti) in statue simboliche. Miti e leggende a parte, tracce degli shih-tzu arrivano a noi da documenti, pitture e oggetti d'arte datati fin dal 624. Sembra che il Re del Viqur abbia donato alla dinastia Tang una paio di questi cani presumibilmente venuti dall'impero di Fu Lin, mentre nel 992 venne nuovamente fatto omaggio di shih-tzu alla corte cinese dal popolo di Ho Chou.

Anche se di origine tibetana lo Shih Tzu divenne infatti il cane da compagnia più diffuso dalla dinastia Ming, in Cina. Oggi dal sito del Kennel Club Cinese le origini vengono fatte risalire alla metà del XVII secolo. Si afferma inoltre che nel 1908 alla morte dell’imperatrice Tzu Hsi Dowager Tzu Hsi, che amava particolarmente questa razza e l’alleva nel palazzo imperiale con particolare attenzione ai colori e alle linee di sangue, qualche shih-tzu fu segretamente spedito in Europa.

Nel 1928 Lady Brownrigg, moglie del comandante generale del nord della Cina, importò altri esemplari in Gran Bretagna. Nel 1935 gli inglesi fondarono il primo club e la razza si diffuse piano piano in tutta Europa. Le truppe americane durante la seconda guerra mondiale ne importarono invece qualche esemplare oltre oceano, dove i primi soggetti furono registrati dall’AKC nel 1969. Un'antica e leggendaria descrizione del nostro shih-tzu lo raffigurava con “la testa del leone, il tronco dell’orso, i piedi quelli del cammello, la coda come un piumino, i denti grani di riso, le movenze di un pesce”. Oggi lo standard approvato in Cina non predilige più il colore oro con la fiamma bianca in testa e sulla punta della coda (sacri a Buddha) ma tutti i colori “sono uguali e ammessi”.

Nel nostro Paese, lo shih-tzu è una razza molto amata diffusa e oggi facilmente riconoscibile anche dal neofita. A conosciuto il momento di maggiore espansione agli inizi degli anni Novanta. Momento in cui sui ring degli appuntamenti maggiormente sentiti si potevano contare punte di una quarantina di iscritti. Parlando di questa razza è inevitabile commentare l’amaro scotto che una razza di moda deve pagare. Divenendo così popolare furono molte le persone che si avvicinarono allo shih-Tzu, ma solo perché razza molto richiesta, del resto le razze da compagnia grazie al loro carattere docile e le ridotte dimensioni, sono facilmente fagocitate dal mercato e purtroppo non solo dagli amatori. In quel periodo si vedevano shih-tzu ovunque: pubblicità, esposizioni, per le strade e persino in triste mostra nelle vetrine dei negozi. Tutto quel tumulto portò ad un declino della qualità della razza, si iniziarono a vedere soggetti gracili, o nervosi, dal pelo lanoso e/o facilmente affetti da svariate patologie. Passata la buriana, oggi sono rimasti, uscendone quasi indenni grazie alla loro saggezza, gli abili e fedeli appassionati della razza, allevatori storici e qualche buona nuova leva.

Come preferiamo noi il cane

Toelettare uno shih-tzu non è un impegno gravoso purché ci si imponga di farlo costantemente senza rimandare di giorno in giorno fino a ritrovarsi il cane annodato a tal punto da essere costretti a tosarlo.

D’altronde ognuno di noi può decidere come gestire il proprio cane in base alla vita che gli si vuol far fare.

Il cane può essere scelto come simpatico compagno destinandolo a una vita di casa, in famiglia, oppure come soggetto da esposizione.

Nel primo caso il suo pelo può essere condizionato a nostro piacere, si può tenere lungo e questo ci comporta un maggior impegno di carattere giornaliero, o gestirlo in maniera più pratica tenendolo accorciato.

Il pelo più corto è sicuramente la situazione più facile e forse quella in cui il nostro shih-tzu potrà fare la vita più rustica, spensierata e senza limiti. Tutto questo non comporta al cane nessuna sofferenza.

La tosatura si è effettua normalmente nei mesi più temprati, due o tre volte all’anno. In queste condizioni il cane ci risulterà molto più pratico anche nei lavaggi con tempistiche decisamente più ristrette.

Nel caso in cui invece vogliamo condizionarlo all’expo la cosa cambia notevolmente. Il tempo che dobbiamo dedicargli sia per le cure estetiche, sia per l’addestramento a questa attività sarà notevolmente superiore e soprattutto giornaliero.

Avvicinandoci a questo mondo, purtroppo abbiamo incontrato spesso situazioni di fanatismo estremo, dove i cani sono spesso condizionati a vite che non sono certamente nella loro natura, dettate da egoismi dell’essere umano, per questo abbiamo deciso di non dedicarci a queste discipline preferendo i cani in una dimensione a loro più consona.

... continua

Perchè abbiamo scelto lo Shih-Tzu

Siamo una famiglia con una grande passione per la cinofilia.

Abbiamo fatto in questi anni un percorso di esperienze, oserei dire esaltante. Avere avuto la possibilità di conoscere molte razze e poterle apprezzare per quelle che sono le morfologie e i caratteri penso sia stato per noi importantissimo.

In questa nostra analisi ed è quello che consigliamo a tutti i nostri amici, siamo riusciti ad individuare quella che per noi potesse essere la razza “migliore”, cioè quella che si potesse adattare maggiormente alla nostra vita per quel che sono le nostre abitudini, i nostri spazi e i nostri desideri.

Questa razza ha una adattabilità fantastica, può vivere in qualsiasi casa piccola o grande che sia, va d’accordo con altri animali domestici. Gli Shih Tzu sono eccellenti per famiglie, persone singole e sono la compagnia ideale per anziani e bambini.

Sono generalmente ben educati e facili da addestrare, non ci sono quindi controindicazioni alla loro perfetta integrazione nella nostra giornata.

Avere uno shih-tzu per compagno è un’esperienza affascinante e unica, non dobbiamo mai dimenticare che in lui vive ancora lo spirito nobile e aristocratico dei cani, che per millenni sono stati allevati nei palazzi imperiali e nei templi.

Per gustarvi al meglio il fascino dello shih-tzu dovrete essere persone pazienti e sensibili, attente ai segnali espressivi e alle sfumature del comportamento. Questo cane non dialoga con il padrone in modo plateale con scodinzolii o abbai prepotenti, tutto al contrario la sua è una “conversazione” fatta di mezzi toni, di tocchi di pennello rapidi ma per chi li sappia leggere enormemente espressivi.

... continua

Standard semplificato Shih-Tzu

  • Aspetto generale: Cane robusto, dal mantello abbondante, caratterizzato dal portamento arrogante e con il muso a crisantemo.
  • Caratteristiche: intelligente, reattivo e vigile.
  • Temperamento: socievole e indipendente.
  • Testa e cranio: testa larga, rotonda, ampia fra gli occhi. Il pelo lungo ricade bene sugli occhi, barba folta, baffi e peli rivolti verso l’alto sul naso per creare il tipico effetto a crisantemo. Muso largo quadrato, corto, piatto, senza rughe ben fornito di pelo. Tartufo nero, diritto oppure leggermente in su. Canna nasale lunga circa un pollice, con narici ben aperte, con attaccatura allineata allo stop.
  • Occhi: grandi, scuri, rotondi ben distanziati, non sporgenti, il bianco non deve essere visibile.
  • Orecchie: grandi con cartilagine lunga, portate pendenti. Attaccate appena sotto la corona del cranio, tanto guarnite di pelo che questo sembra fondersi con il pelo del collo.
  • Bocca: larga con leggero prognatismo o con le mascelle allineate. Labbra livellate.
  • Collo: ben proporzionato e arcuato in modo aggraziato. La lunghezza deve essere sufficiente per portare con fierezza la testa.
  • Arti interiori: spalle ben arretrate. Arti corti e muscolosi con buona ossatura, il più possibile diritti, proporzionali al torace ampio e ben disceso.
  • Arti posteriori: corti e muscolosi, con buona ossatura. Diritti visti da dietro. Cosce ben arrotondate e muscolose.
  • Tronco: robusto, torace largo e profondo, spalle solide, dorso orizzontale.
  • Piedi: arrotondati, solidi e dotati di buoni cuscinetti plantari.
  • Coda: ben piumata e portata allegramente sopra il dorso, attaccata alta.
  • Mantello: lungo, folto, ricco, con buon sottopelo. Ammessa una leggera ondulazione.
  • Colore: sono ammessi tutti i colori. Nei soggetti pluricolori, è molto desiderata una fiamma bianca sulla fronte e la punta della coda bianca.
  • Peso e taglia: il peso va 4,5kg a 8kg. Il peso ideale va dai 4,5kg ai 7,5kg. L’altezza non deve superare i 27cm.
  • Andatura: arrogante. Movimenti fluidi, elastici. Buona estensione anteriore, forte propulsione posteriore.
... continua

Carattere dello Shih Tzu

Lo Shih-tzu, questo stupendo cane da salotto, da compagnia per eccellenza ha la reputazione di essere il più simpatico di tutti i tibetani.

E' difficile trovargli dei veri difetti e se aggiungete a ciò un look ineguagliabile capirete come abbia saputo far breccia nel nostro cuore.
Lo Shih-Tzu è a dir poco dotato di una forte personalità, molto attaccato ai bambini. Non disdegna però di un pizzico di indipendenza.

Per la maggior parte del tempo la sua vera felicità consiste nello stare tranquillamente accucciato accanto a voi. Riesce persino a far dimenticare la propria presenza tanto è calmo e silenzioso. Ha la reputazione di non essere un abbaiatore. La sua integrazione nella famiglia non pone alcun particolare problema. 

Che abitiate in città o in campagna si ritroverà rapidamente a proprio agio nella sua nuova casa. Questa è una delle poche razze che non crea problemi di inserimento nei confronti dei bambini o di altri animali, cani e gatti vengono considerati volentieri dei compagni. 
Lo Shih-Tzu, quello vero, è l'incarnazione della gioia di vivere e della bontà. Ovviamente ci sono le eccezioni ma si tratta sicuramente di cani particolari derivanti da linee di origine dubbie e/o cresciuti da allevatori altrettanto inaffidabili

... continua
Il nostro allevamento è riconosciuto dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana (ENCI) e dalla Fédération Cynologique Internationale (FCI) con affisso "DELLA FAMIGLIA CONTARINI"




Sono nati i cuccioli

Il 16/04 bellissima cucciolata per Wendy della famiglia Contarini con papà Dilemma Die For You, sono 5 belissimi cuccioli di cui una femmina bianca e nera, due tricolori, due maschi bianchi e neri.

Il 24/04 prestigiosa cucciolata per Nicol della famiglia Contarini con papà Ray Of Light, sono 3 bellissimi cuccioli di cui due femmine e un maschio, tricolore.

Sono comunque disponibili cuccioli e cuccioloni di varie età e colori.




prenotate una visita al nostro allevamento

338 6303108




Dicono di noi




Domande frequenti

Come scegliere il sesso?



Testimonianze

Elisabetta  - Anagni  ( FR )
Tre giorni fa... abbiamo affrontato il viaggio ...